Le piccole scelte quotidiane che fanno la differenza

Le piccole scelte quotidiane che fanno la differenza Consigli per costruirsi una vita più sana giorno dopo giorno.

È incredibile pensare a quante occasioni preziose ci si presentino davanti ogni giorno per migliorare la salute e di come ce le lasciamo sfuggire senza nemmeno rendercene conto!

Questo accade prima di tutto perché non ci accorgiamo di quanto anche cambiamenti apparentemente minuscoli possano fare la differenza sia per il benessere fisico che mentale, così come per una buona gestione del peso.

Oltre all’inconsapevolezza, spesso ci facciamo risucchiare dalla routine e dalla frenesia quotidiana che ci fa perdere di vista alcune priorità come la cura di noi stessi nel tempo che spesso accantoniamo pensando che il resto sia più importante, per poi ricordarcene quando ormai è troppo tardi (per esempio quando ci ammaliamo).

Lo stress ed il vivere sempre di corsa fra mille impegni e pensieri a volte fa anche sembrare le cose più difficili e complicate da realizzare di quanto in realtà non siano! E quindi il circolo vizioso si autoalimenta rendendo ancora più difficile mettere in pratica uno stile di vita sostenibile e benefico.

Ma non perdiamoci in un bicchier d’acqua! È arrivato il momento forse di interrompere questo circolo vizioso, ed iniziarne uno più virtuoso, con poche semplici mosse, che vedremo insieme oggi e nei prossimi articoli.

A proposito di mosse!

Quando vado al centro commerciale rimango sempre così stupita nel vedere persone di tutte le età, sane e senza borse pesanti o impedimenti, rimanere ferme sulla scala o sul nastro mobile, sia in salita che in discesa, aspettando pigramente l’arrivo a destinazione.

Le scale mobili, gli ascensori, la televisione, i videogiochi e la carenza di spazi disponibili fuori casa per il gioco (es. i cortili) hanno aumentato esponenzialmente la sedentarietà di adulti e bambini e cosa che a sua volta è concausa di sovrappeso e patologie correlate.

Pensate solo un attimo a quante ore state seduti su una sedia ogni giorno: questa inattività insieme a posture scorrette produce disagio fisico e infiammazione, abbassa il tono dell’umore e crea tantissimi problemi nel tempo.

Anche solo facendo qualche passo in più al giorno invece si va ad incrementare esponenzialmente il movimento complessivo durante la settimana, e ogni mese, con uno sforzo molto modesto. Tutto sta nel tenerlo a mente e approfittare delle occasioni che capitano davanti durante la giornata. Come dicevamo, al centro commerciale o a casa, perché scegliete le scale mobili o l’ascensore? Forse solo per pigrizia! Approfittatene per scendere e salire le scale con le vostre gambe, costa davvero così tanto?

Lo sapevate che accompagnare il movimento delle gambe con le braccia fa camminare più velocemente e permette di coinvolgere più gruppi muscolari, rispetto a stare per esempio con le mani in tasca? Da quando esistono i telefonini e gli smartphone il movimento alternato delle braccia camminando per strada è quasi scomparso… provate a non usare il cellulare per andare da un posto all’altro e ripristinate la camminata naturale!

Trovate occasioni per andare a piedi invece che con la macchina, per es. facendo la spesa al negozio poco lontano, tirandovi dietro il simpatico carrellino della nonna, o scegliendo un ristorante dove andare con gli amici in una zona dove si può passeggiare piacevolmente dopo cena. Avete un cane? Bene, non fategli fare sempre solo un giretto di un minuto lungo il marciapiede sotto casa, ma portatelo a passo veloce fino al parco. Magari con i vostri bambini!

A questo proposito anche coinvolgere i propri figli è un modo per mantenere uno stile di vita attivo.

Invece di giocare solo ai videogiochi o vedere i cartoni animati nel tempo libero con vostro figlio, giocate alla lotta, a nascondino o a inseguirvi; tirate fuori dall’armadio quel vecchio gioco con il tabellone-tappeto con i colori su cui sfidarvi a mantenere l’equilibrio con gambe e braccia intrecciate. Fate i lavori di casa insieme, e mettete la musica che vi piace ad alto volume: vi muoverete (e divertirete) di più!

La vostra cyclette è diventata un appendiabiti? Dissotterratela dai vestiti, e ricominciate ad usarla mentre vi rilassate guardando il Tg o la soap opera in TV.

Portate spesso i tacchi? Questo limiterà i vostri movimenti. Scegliete più spesso un abbigliamento comodo e sarete più portati ad essere attivi.

Tutto sta nel rendersi conto che la salute è davvero nelle proprie mani e che non costa né soldi né fatica: anche piccolissime scelte quotidiane fanno davvero la differenza.

Alla prossima!

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Twitter

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.