Iscriviti al canale YouTube per seguire i video

 

Proteine vegetali o proteine animali? Tutto quello che c’è da sapere

;

Guarda il video e scopri come assumere al meglio le proteine per potenziare davvero la tua salute.

 

La discussione su cosa sia meglio usare, se proteine animali o vegetali, è ormai diventata quasi un tormentone. Ma quali sono le cose davvero importanti che dobbiamo sapere?

Non dobbiamo ad esempio dimenticare che è solo grazie all’introduzione delle proteine di tipo animale nella nostra alimentazione che la nostra specie ha potuto evolversi e arrivare al risultato attuale.

Gli alimenti apportano informazioni capaci di regolare ogni funzione del nostro corpo

Se vuoi approfondire questo argomento guarda il nuovo video e scopri:

  1. Qual è la vera differenza tra assumere proteine animali e proteine vegetali.
  2. Come mai le proteine vegetali andrebbero chiamate “carboidrati con un’alta percentuale di proteine”.
  3. Quali tipologie di proteine animali sono ideali per il nostro organismo.
  4. Quali sono i rischi connessi all’uso delle diverse tipologie di proteine.

In questo video ho raccolto le informazioni necessarie affinché anche tu possa decidere la fonte di proteine che più preferisci assumere grazie a una valutazione fondata su conoscenze scientifiche.

 

Pensaci bene…

L’alimentazione rappresenta un elemento chiave: gli alimenti non apportano solo calorie ma vere e proprie informazioni capaci di regolare ogni funzione del nostro corpo.

È importante dedicare la massima attenzione a questi aspetti.

Buona visione!

Trascrizione del video

(Questa è la trascrizione letterale del video. Troverai quindi lo stesso linguaggio diretto e colloquiale che il Dr. Filippo Ongaro utilizza parlando nel video. Per offrirti gli stessi contenuti non sono state apportate modifiche nella trascrizione)

Proteine animali o proteine vegetali?

Questo è un dibattito che va avanti da molto tempo e che è diventato persino noioso e a tratti anche assurdo! (continua a leggere)

Poco tempo fa ho visto in un supermercato un salmone con scritto sull'etichetta "nutrito solo con alimenti di origine vegetale”, come se questa informazione rappresentasse un vantaggio per il prodotto! In realtà, ha davvero poco senso comprare un alimento di origine animale che è stato nutrito con dei mangimi vegetali.

Come avrai capito, c'è una grande confusione generale che rischia di portarci anche un pochino fuori pista e rischia di farci dimenticare, a forza di accusare le proteine di essere il problema di tutto, che l'introduzione delle proteine animali è stato un passaggio senz'altro cruciale e fondamentale per l'evoluzione della nostra specie. Un passaggio che ha comportato un grosso balzo evolutivo in avanti che ha fatto sì che noi uomini diventassimo effettivamente quello che siamo oggi.

Un altro dei possibili rischi è quello di farci dimenticare problemi molto più grandi nell’ambito dell’alimentazione, come ad esempio l'abuso di zuccheri o, ancora peggio, di fare di questo dibattito l'unica problematica nutrizionale, quando invece un grosso problema potrebbe essere rappresentato dal fatto che, nonostante tutti i nutrizionisti siano d’accordo nel dire che la gente debba mangiare più verdura, le verdure siano in costante calo in termini di vendite.

In questo video voglio quindi cercare di fare un po' di chiarezza in modo che tu possa scegliere la fonte di proteine che ti piace di più facendo sì che il tuo ragionamento abbia una logica dietro.

1. Il primo aspetto da tenere presente è che se ci limitiamo a considerare le proteine non ci sono grandi differenze tra la fonte vegetale e la fonte animale, perché tutte le proteine nel nostro organismo diventano aminoacidi e come tali vengono utilizzate. Quindi, se ci limitiamo a considerare l'aspetto proteico, la differenza è minima e soltanto legata alla quantità dei singoli aminoacidi presenti nelle diverse proteine. In questo caso le proteine vegetali sono penalizzate dal fatto che la loro formula aminoacidica è meno completa rendendo il loro "valore biologico" più basso.

Insomma la differenza è poca, ma se proprio la dobbiamo trovare si tratta di una differenza che è sicuramente a sfavore delle proteine di tipo vegetale.

Che fare allora? Ecco il secondo punto:

2. Bisognerebbe esaminare questa discussione sotto un altro profilo, ponendosi questa domanda: quali altri nutrienti sono associati al cibo che io assumo e che contiene anche le proteine?

Quando mangiamo proteine di tipo animale, come ad esempio la fetta di carne, il pollame o il pesce, troviamo anche “grassi" e “acqua”, dove la tipologia di grassi varia. Sappiamo, infatti, che i grassi che sono contenuti nel pesce (soprattutto nei pesci ricchi di omega-3) sono grassi più sani, i cosiddetti grassi polinsaturi. Sappiamo anche che il profilo dei grassi che l'animale presenta dipende molto da come è stato nutrito. Quindi, tutto quello che riguarda l'allevamento e la qualità dell'alimento animale dipende in realtà da che tipo di nutrimento è stato dato all'animale stesso.

Quali sono gli altri nutrienti associati nel caso delle proteine vegetali? La risposta è: i carboidrati. Per questo motivo, infatti, secondo me queste dovrebbero essere chiamate "carboidrati con una percentuale elevata di proteine”.

In poche parole: ogni volta che io introduco dei legumi per mangiare proteine sto di fatto aumentando di molto l'introduzione anche di carboidrati. E in questo caso bisogna stare davvero molto attenti perché se oltre a queste associo, come tanti sostengono vada fatto, dei cereali integrali vado ancora più al rialzo con i carboidrati e in questo caso c'è sicuramente un problema di eccesso.

3. In conclusione, il vero problema delle proteine animali è la selezione. Una salsiccia o un hot dog non equivale a un pesce azzurro cotto al vapore a causa della diversa lavorazione ma anche perché la tipologia di grassi è completamente differente.

La carne rossa molto cotta può produrre delle ammine che hanno un potenziale tossico, quindi andrebbe mangiata tendenzialmente poco cotta o addirittura cruda, come la tartare, e in dosi non eccessive (si parla di 300/400 grammi alla settimana). Inoltre, le carni lavorate andrebbero sostanzialmente evitate.

La selezione è fondamentale ma non è una ragione sufficiente per dire che le proteine vegetali sono la soluzione di tutti i problemi. Introdurle molto spesso nella nostra alimentazione comporta un rialzo dell’apporto di carboidrati che non è necessariamente l’ideale.

Un altro aspetto che non approfondirò in questo video riguarda le scelte etiche che ognuno di noi decide di prendere, ma anche in questo caso forse il vero problema è l'allevamento intensivo piuttosto che l'utilizzo in sé delle proteine animali.

Ad ogni modo, quello di cui io sono certo è che non possiamo pensare che per generare un mondo più sostenibile saremo in grado di cambiare la nostra “biologia” e le nostre "esigenze fisiologiche".

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Linkedin

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.