Per favore, smettiamola di parlare di longevità

Per favore, smettiamola di parlare di longevità Vale davvero la pena vivere più a lungo? Non è forse preferibile puntare a vivere meglio?

Tutti vorremmo vivere più a lungo. Forse, per questo, abbiamo la tendenza a illuderci che vivere di più significhi automaticamente vivere bene. Ma se ci venisse raccontato in modo chiaro che all'allungamento della vita corrisponde oggi quasi sempre un periodo più lungo di cattiva salute e di sofferenza, nessuno di noi sceglierebbe volontariamente questa strada.

Secondo la famosa società di ricerca finanziaria Standard & Poor, nessuna forza sarà in grado di plasmare il nostro futuro sanitario, economico e sociopolitico come la velocità irreversibile con cui la popolazione mondiale sta invecchiando. Altro che crisi economica. L'invecchiamento della popolazione è una vera e propria bomba a orologeria di portata simile forse solo all'inquinamento del pianeta.

Allora ben vengano le ricerche su popolazioni remote, su vermi o topi ma non spacciamole per soluzioni percorribili fuori dal mondo della ricerca. Abbiamo bisogno di ben altro per affrontare seriamente l'invecchiamento. Infatti, se non saremo in grado di comprimere le malattie agli ultimissimi momenti della vita, ossia se non impareremo a espandere gli anni in salute e forza, la longevità diventerà una micidiale trappola invece che una conquista.

Oggi tutti parlano di longevità, medici e non. Tanti pensano che anche io mi batta per l’allungamento della vita ma non è esattamente così. Spesso chi parla di questi temi ha poco a che fare con la realtà quotidiana degli anziani. Sarebbe bene fare un giro in un reparto di geriatria di un ospedale per rendersi conto di come sono vissuti da molti quegli anni in più che la società di oggi ci permette di avere. Gli anziani sono fragili, sofferenti, privi di muscoli, con le ossa che si sbriciolano. Spesso sono confusi, deboli e soli. Impariamo da loro invece di credere di sapere tutto o di illuderci di poter comprendere la vecchiaia degli uomini solo dallo studio delle cellule di un animale da laboratorio.

Non abbiamo bisogno di promesse di più anni in futuro ma della certezza di vivere con passione, forza, gioia e vitalità a partire da oggi.

Chiediamo agli anziani di cosa hanno davvero bisogno. Trovarmi ad assistere mio padre che ha più di novant'anni mi ha permesso di comprendere meglio cosa va fatto. Questi anziani hanno voglia di essere forti, di avere muscoli nelle gambe. Esprimono un desiderio profondo di muoversi liberamente e di stare assieme alle persone che amano e nei luoghi che conoscono. Vogliono essere lucidi e presenti e ritengono che la vecchiaia sia una vera e propria fregatura se ti costringe all'immobilità e alla dipendenza.

Di certo non hanno paura della morte che guardano negli occhi ogni giorno. Semmai a fare loro paura sono la solitudine, lo smarrimento e il dolore. Per molti l'ospedale e le cure stesse rappresentano una fonte di sofferenza per via degli orari assurdi, della noia, dell'allettamento, del cibo, della lontananza dalle cose di tutti i giorni e dai volti della propria vita.

Quando si prova a rispondere a tutto questo con una semplice dieta o comunque con una singola strategia terapeutica, si va sempre fuori strada. La qualità della nutrizione è indubbiamente fondamentale per una vita sana e personalmente ne parlo da anni. Tuttavia credo che dovremmo iniziare a considerare che il cibo sia semplicemente una parte di un quadro ben più ampio e complesso che comprende anche l'uso mirato di integratori e l'allenamento fisico tanto quanto quello mentale ed emotivo. Invece si continua a voler credere nel miracolo che di volta in volta viene dipinto dai media, sempre più privi di idee, come le bacche del Sud America, il vino rosso dei francesi, il  digiuno o l'eliminazione completa delle proteine animali.

Ma come possiamo per esempio ottenere i benefici dell'attività fisica e arrivare a essere forti fino alla fine senza mangiare proteine a sufficienza? O addirittura stando in una condizione di notevole deficit calorico? Non sono già abbastanza deboli i nostri vecchi? Oppure, come suggeriscono altre scuole di pensiero, dovrebbero far sparire i carboidrati per ritrovarsi completamente privi di energia?

E poi come possiamo pensare davvero che un fenomeno così complesso come l'invecchiamento, in una specie così evoluta come quella umana, possa essere regolato solo da fattori nutrizionali? Perché menzioniamo così raramente gli aspetti emotivi e psicologici che forse contano ancora di più di quelli metabolici per un invecchiamento attivo e vitale?

Io ritengo che di fronte a un problema complesso non convenga mai barattare un approccio equilibrato e completo per un'ipotetica soluzione singola. Quello di cui abbiamo davvero bisogno è una vera consapevolezza nei confronti del lavoro che ognuno di noi deve fare per arrivare a stare meglio. Certo, quella che suggerisco forse è una strada più complessa ma anche l'unica che può portare a un miglioramento a tutto tondo della propria salute. Non abbiamo bisogno di promesse di più anni in futuro ma della certezza di vivere con passione, forza, gioia e vitalità a partire da oggi.

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Linkedin

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

STRESS TEST GRATUITO

 

stress test gratuito

Scopri qual è il tuo
livello di stress e
quali soluzioni adottare!