Mangiare meno carne è meglio

Mangiare meno carne è meglio Nuovi dati emersi da studi a lungo termine che hanno coinvolto decine di migliaia di soggetti, suggeriscono che ridurre il consumo di carne può prevenire le patologie cardiovascolari e alcuni tumori

Nuovi dati emersi da studi a lungo termine che hanno coinvolto decine di migliaia di soggetti, suggeriscono che ridurre il consumo di carne può prevenire le patologie cardiovascolari e alcuni tumori. Mangiare una volta al giorno carne può aumentare del 16% la mortalità per eventi cardiocircolatori e del 10% quella per cancro. Questi dati vanno ad aggiungersi a quelli emersi da numerosi studi epidemiologici sul consumo di carne rossa e l'aumentato rischio di diabete, malattie coronariche, ictus e alcune forme di tumore come quello del colon.

Altri studi indicano che il rischio sembra essere maggiore per le carni processate come quelle degli insaccati, delle salsicce e dei würstel in particolare se preparati industrialmente. I nuovi dati che emergono dal Nurses' Health Study (83644 donne) e dal Health Professionals Follow Up Study (37698 uomini) indicano che oltre all'aumentato rischio imputabile esclusivamente all'assunzione di carne, i mangiatori di carne sono esposti ad altri rischi in quanto adottano spesso uno stile di vita complessivamente poco salutare. Per esempio i soggetti che mangiano quantità più elevate di carne risultano essere fisicamente meno attivi, sono più spesso fumatori e bevitori, mangiano meno verdure e meno cereali integrali e tendono ad essere più grassi. Detto tutto ciò, va anche ricordato che molto del rischio connesso con l'assunzione della carne è probabilmente da imputare alla qualità e alle caratteristiche della carne proveniente da allevamenti intesivi, che purtroppo è la stragrande maggioranza della carne in circolazione. Questi animali sono nutriti con mangimi non idonei che alterano le caratteristiche metaboliche dell'animale e dunque quelle nutrizionali delle carni che noi ingeriamo. Si tratta di animali obesi e spesso ammalati e questo dovrebbe essere considerato nel giudicare i risultati di questi studi.

Per saperne di più: Pan A, Sun Q, Bernstein AM, et al. Red meat consumption and mortality. Arch Intern Med 2012; DOI:10.1001/archinternmed.2011.2287. Available at: http://www.archinternmed.com.

 

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Twitter

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.