I livelli di sale nei cibi sono ancora alti

I livelli di sale nei cibi sono ancora alti L'eccessiva presenza di sale nei cibi è stata recentemente confermata da uno studio che ha valutato il contenuto di sodio negli alimenti industriali.

Il livello di sale negli alimenti industriali rimane pericolosamente elevato, nonostante i numerosi inviti da parte di esperti e istituzioni a ridurre l'uso di sale nei processi di produzione degli alimenti. L'eccessiva presenza di sale è stata recentemente confermata da uno studio (per approfondire: http://www.eurekalert.org/pub_releases/2013-05/nu-sli051013.php) che ha valutato il contenuto di sodio negli alimenti industriali in commercio nel 2005, 2008 e 2011. Il risultato principale è che il contenuto di sodio degli alimenti è più alto che mai e non è affatto diminuito nel tempo.

"L'approccio volontario non è servito," ha detto Stephen Havas, autore principale della ricerca e professore di medicina preventiva alla Northwestern University Feinberg School of Medicine. "Lo studio dimostra che l'industria alimentare sta puntando i piedi, facendo poche modifiche. Questo problema non si risolverà se il governo non interverrà per proteggere i cittadini. La quantità di sodio nella nostra alimentazione deve essere regolamentata."

Si stima che l'eccesso di sodio ogni anno uccida prematuramente ben 150.000 persone negli Stati Uniti. Circa il 90% della popolazione degli USA, inoltre, è soggetta a problemi di pressione alta, causata anche dall’eccessivo consumo di cibi supersalati: questo comporta un aumento del rischio di attacchi di cuore e ictus, spesso con conseguenze letali.

Havas precisa: "L’elevato contenuto di sale negli alimenti avvantaggia l'industria alimentare. Elevati livelli di sale mascherano il sapore di certi ingredienti, spesso di bassa qualità, e stimolano le persone a bere più soda e alcol".

In attesa di nuovi sviluppi, si consiglia di ridurre al minimo il consumo di cibi salati e processati come quelli tipicamente consumati nei fast food.

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Twitter

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.