Iscriviti al canale YouTube per seguire i video

 

Lo stress fa ingrassare?

Se pensi di conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla nutrizione e sull’attività fisica, ma non riesci lo stesso a far calare la pancia o i fianchi… allora il mio nuovo video potrebbe darti le risposte che cerchi!

Queste situazioni sono comuni e avvengono per 2 motivi:

    1. come dico spesso “sapere” non significa per forza “fare”
    2. stai ignorando un altro aspetto fondamentale per la tua salute e la tua forma fisica: lo stress.

Ovviamente lo stress può avere complicazioni ben peggiori del semplice aumento di peso, ma questa conseguenza rappresenta un primo e importante campanello di allarme.

Pensa all’alimentazione, all’allenamento fisico e allo stress come le 3 variabili attorno a cui ruota la tua forma fisica.

Dimenticarsi dell’aspetto mentale ed emotivo molte volte rappresenta l’errore principale.

Non esiste salute ottimale o progresso personale senza una corretta gestione del proprio livello di stress.

Scopri di più nel video di oggi!

Buona visione!

 

Trascrizione del video

Beh, non c’è ombra di dubbio che oggi poche persone veramente possono dire di non essere sotto stress. La tipologia di vita che ci siamo dati nel mondo moderno è in qualche modo in attrito con le nostre caratteristiche biologiche e questo comporta indubbiamente una diffusione quasi epidemica dello stress. La parola stessa stress è diventata quasi banale, nel senso che ormai tutti si definiscono sotto stress, e quasi in questo senso sminuiscono il problema. In realtà purtroppo non è che siccome tutti sono sotto stress il problema sia meno grave anzi, il problema è ancora più grave, e devo dire che le ripercussioni dello stress cronico delle persone sono veramente molte.

Oggi la ricerca ci sottolinea che lo stress è in qualche modo un cofattore nella genesi di tantissime patologie, da quelle cardiocircolatorie a quelle oncologiche. Ma c'è anche un fattore che spesso viene trascurato che è la connessione tra lo stress ed il sovrappeso.

Diciamo che l'approccio classico alla regolazione del peso corporeo si è concentrato in maniera monotematica sulla problematica delle calorie, del bilancio calorico, quindi del rapporto tra introito e consumo, ed ha un po' messo in secondo piano l'aspetto endocrino-ormonale della problematica, invece dell'accumulo di tessuto adiposo.

In realtà lo stress, tutti ormai lo sanno, comporta un cronico innalzamento dei livelli di un ormone che si chiama cortisolo. Il cortisolo è in sostanza la versione endogena, prodotta dal nostro corpo, dei cortisonici.

Tante persone che hanno assunto il cortisone, perché necessario in una terapia antinfiammatoria, si sono rese conto degli effetti collaterali del cortisone; uno di questi è indubbiamente quello di aumentare di peso, di gonfiarsi, e le ragioni che portano il cortisone come farmaco a creare questa risposta sono esattamente le stesse che generano questa risposta quando il cortisolo endogeno alto è in realtà una risposta ad una condizione di stress cronico.

Il cortisolo, come altre sostanze che si producono sotto stress, ha una funzione molto importante, ma immediata, acuta, di breve termine. La problematica diventa seria quando i livelli di cortisolo alto li teniamo per lungo lungo tempo.

Una prima cosa che accade con livelli di stress alti nell'organismo in relazione al sovrappeso è però sì legata al rapporto del bilancio calorico, ed è semplicemente che finisci col mangiare di più. In un certo senso la situazione d'emergenza in cui vivi quando sei sotto stress ti porta ad avere un rapporto più impulsivo e meno controllato con gli alimenti che ti stanno attorno per due motivi:

    - uno perché l'urgenza prodotto dallo stress ti porta in un certo senso quasi istintivamente a voler accumulare quello che trovi perché lo stress, in termini evolutivi, è legato in qualche modo al rischio e al pericolo di una mancanza di cibo, e dunque uno degli istinti che emerge è quello di mangiare quello che trovi attorno. Dall'altra parte, lo stato d'emergenza abbassa la consapevolezza e quindi sei in meno attento alle regole che in genere ti dai e distrattamente finisci col mangiare alimenti in più.
    - un altro motivo è legato alla ricerca di un compenso calmante che il cibo sicuramente rappresenta rispetto allo stato di agitazione che lo stress produce.

Un altro aspetto che sicuramente è connesso alla problematica del sovrappeso delle persone sotto stress è legato all'azione che il cortisolo ha a livello della glicemia, e dunque della produzione di insulina. Il cortisolo siccome ti prepara in qualche modo al combattimento, alla fuga, è un'ormone che tende ad alzare la glicemia.

La glicemia alta produrrà come risposta da parte del pancreas una secrezione di insulina. L’insulina è un ormone che è assolutamente indispensabile per la vita, ma che se prodotto in eccesso facilita nettamente il sovrappeso. In una situazione di iperinsulinemia cronica, l’insulina diventa anche un fattore di rischio in più per le patologie cardiocircolatorie, le patologie metaboliche, come il diabete di tipo due, ed anche alcune patologie tumorali.

Un altro punto è legato al cambiamento della massa corporea; cioè i livelli cronicamente alti di cortisolo, l'ormone dello stress, provocano una risposta catabolica a livello muscolare. Cioè il cortisolo ha un'azione di degradazione del tessuto muscolare e siccome in larga parte il metabolismo basale dipende da quanto muscolo abbiamo, è chiaro che se c'è cronicamente un ormone che distrugge tessuto muscolare noi perderemo massa muscolare e come conseguenza avremo un abbassamento del metabolismo basale.

L'abbassamento del metabolismo basale, che è in sostanza una riduzione della cilindrata del nostro motore, fa diventare più complesso bruciare calorie quindi, a parità di introito calorico, la tua tendenza sarà quella lacuna.

Ecco che questi questi aspetti ci rendono ancora più chiaro perché quando parliamo di salute, di regolazione del peso corporeo, di forma ottimale, dobbiamo sempre tenere in considerazione l'aspetto della gestione mentale e della gestione dello stress. Non basta la dieta, non basta nemmeno più la dieta accoppiata all'attività fisica.

Le variabili da tenere presenti sono l’alimentazione, l'allenamento e la riduzione dello stress, altrimenti questo aspetto qui trascurato diventa piano piano preponderante e la persona spesso, sebbene segua le indicazioni sul piano alimentare e sul piano dell'allenamento fisico, non ottieni risultati sperati perché la terza variabile, cioè quella della gestione dello stress, non viene seguita. E la ragione è abbastanza semplice, è legata al fatto che le persone pensano di non poter gestire lo stress.

Già le persone hanno una scarsa fiducia nelle proprie capacità di gestire la dieta e la costanza nell’allenamento fisico (ma lì qualcuno ha la sicurezza in sé per dire “se voglio mi ci metto e lo faccio”); sulla gestione dello stress entriamo in una sfera nella quale facciamo un po' fatica a ritrovare noi stessi, perché non siamo abituati, siamo convinti che lo stress dipenda sempre da fattori esterni. In realtà noi i fattori esterni non li possiamo controllare, ma quello che possiamo controllare molto bene sono le nostre interpretazioni e le nostre risposte, ed è da lì che bisogna partire.

Le tecniche di rilassamento esistono, sono molte e sono anche validate sul piano scientifico; dal training autogeno, alla meditazione, alla mindfulness, all'utilizzo del bio-feedback, ce ne sono molte... ed è un universo che ti invito ad esplorare perché se l'ultimo tassello che ti manca è questo, sarà quello che farà la differenza, e se invece devi lavorare su tutto quello che ti ho detto, quindi compresi la dieta e l’allenamento, essere già pronto sul piano mentale ti aiuterà sicuramente ad essere più efficace anche nelle altre due dimensioni fin da subito.

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Linkedin

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

STRESS TEST GRATUITO

 

stress test gratuito

Scopri qual è il tuo
livello di stress e
quali soluzioni adottare!