Iscriviti al canale YouTube per seguire i video

 

L’importanza del sonno e del recupero per la tua prestazione

;

La giusta attenzione al riposo e al recupero psico-fisico ti consente di vivere la vita a pieno. Scopri in questo video i risultati sorprendenti di una ricerca sull'importanza del sonno.

 

Oggi parliamo di un argomento molto importante, purtroppo spesso sottovalutato.

Quasi tutti conoscono l’importanza del sonno, ma pochi riescono davvero a dare la giusta importanza a questo aspetto: quello del recupero psico-fisico.

Il lavoro, la famiglia, gli impegni di ogni tipo, la televisione e la tecnologia ci stanno in qualche modo allontanando dalla possibilità di vivere giornate fatte di routine potenzianti e rigeneranti.

Ecco ad esempio che invece di dormire circa 7 ore ogni notte, capita che ne dormi  6 o magari 4 e così via.

Che impatto può avere questo nella tua vita?

Nel video di oggi ti dimostro scientificamente quanto dannoso possa essere uno stile di vita che non dà la giusta importanza al sonno e al recupero.

 

Per farlo ti parlerò di una ricerca fatta su una squadra di tiratori scelti.

Il risultato è sorprendente.

Il rischio? Nella vita quotidiana è difficile accorgersi di quanto i ritmi frenetici e una mente stanca possano condurci a prestazioni ben al di sotto nostro potenziale.

Nel video stai per scoprire anche una tecnica che ti permette di risolvere parzialmente questo problema se proprio non riesci a trovare una certa continuità nelle tue ore di sonno notturno.

Se anche tu hai capito che una corretta nutrizione, una misurata integrazione alimentare e un allenamento intenso possono avvicinarti a una vita più sana e forte, dovresti imparare anche a dare la giusta attenzione al riposo e al recupero.

Buona visione!

Trascrizione del video

(Questa è la trascrizione letterale del video. Troverai quindi lo stesso linguaggio diretto e colloquiale che il Dr. Filippo Ongaro utilizza parlando nel video. Per offrirti gli stessi contenuti non sono state apportate modifiche nella trascrizione)

Ciao! Oggi non ti parlo dal solito studio dove generalmente giro le mie video-rubriche settimanali ma da una piccola isola nel Mare del Nord che frequento ormai da molti anni e che è la mia oasi dove vengo a recuperare e a rigenerare sia il corpo che la testa.

Oggi, infatti, ti voglio parlare proprio di recupero, perché ritengo che sia giusto dare molto peso all'alimentazione e all'attività fisica ma allo stesso tempo devo anche dire che, nella pratica quotidiana in ambulatorio, vedo molte persone che hanno prima di tutto un grande grado di stanchezza, persone che hanno soprattutto bisogno di recupero fisico e anche mentale e purtroppo, molto spesso, questo aspetto viene trascurato nei programmi che noi come medici tendiamo a prescrivere. (continua a leggere)

 

In realtà, però, bisogna fare molto attenzione a questo aspetto; i dati che ci indicano quanto siano importanti il sonno e il recupero psicofisico sono moltissimi. Chi mi conosce sa che ho avuto l'opportunità di lavorare, oltre che con gli astronauti, anche con militari d’élite, con atleti e con manager di alto livello, figure che rappresentano quella che viene definita “l'alta prestazione” sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale e, per questa ragione, vi voglio citare uno studio fatto qualche anno fa dall'esercito americano, uno studio secondo me molto interessante.

È stato preso un battaglione ed è stato diviso in gruppi, questo battaglione era coinvolto in un'esercitazione di tiro che durava 20 giorni consecutivi e tutte le ore del giorno.

Il gruppo iniziale era stato suddiviso in 4 gruppi: uno che poteva dormire 7 ore, uno che dormiva 6 ore, un altro 5 e un altro ancora 4. Quindi, i vari gruppi avevano un compito psicofisico analogo ma un'opportunità di recupero del tutto differente.

Cosa è successo a distanza di 20 giorni? - Il primo gruppo ha ottenuto un 98% di precisione al tiro, quindi l'esposizione a questo addestramento, combinata con un recupero sufficiente, ha prodotto un risultato eccellente; - Il secondo gruppo ha ottenuto il 50% di precisione; - Il terzo gruppo è arrivato al 30% di precisione; - Il quarto gruppo è diventato, invece, praticamente un pericolo pubblico totalizzando un 15% di precisione: un grado di precisione bassissimo e un alto rischio di sparare sostanzialmente a caso.

 

Cosa ha fatto la differenza? Esclusivamente le ore di sonno!

 

A questo punto possiamo dire che un'ora di sonno di più o di meno fa un 50% di differenza sulla prestazione di questi soldati e 3 ore di sonno arrivano a fare oltre l’80% di differenza.

Considerando che, quotidianamente, la maggior parte delle persone non dorme le 7/8 ore canoniche che tante ricerche hanno dimostrato essere necessarie per ottenere una prestazione ottimale, non c'è da stupirsi se nel tempo questa carenza di sonno e di recupero porta prima a un calo della prestazione e dopo a una sensazione di malessere. Nel caso in cui si rimanga esposti a questo tipo di routine per un tempo troppo lungo è possibile addirittura un aumento del rischio di esposizione a determinate patologie.

Il sonno ha un'importanza enorme e se non lo si riesce a gestire nella maniera migliore può essere anche compensato con qualche attenzione in più; ad esempio, alcuni studi hanno indicato che, anche nella carenza complessiva di sonno, il power-nap, cioè il classico pisolino a metà giornata, può essere molto utile.

Il power-nap deve però avere determinate caratteristiche:

1) deve essere molto breve: 10-15-20 minuti; 2) ci si può addormentare, ma non è necessario, si può anche essere in uno stato di dormiveglia.

Concedere a metà giornata al nostro organismo un momento di distacco sia per il corpo che per la mente è fondamentale per affrontare il resto delle ore lavorative con un tono energetico più alto.

Quindi mi raccomando... come io stesso mi creo i miei spazi per recuperare nonostante mi alleni, nonostante lavori tanto e controlli la mia alimentazione, sono anche attento a non strafare e a garantirmi dei recuperi come, ad esempio, venire in vacanza in un posto davvero rilassante, anche voi, allo stesso modo, cercate di garantirvi degli spazi, delle oasi di recupero, per non sovraccaricare l’organismo, la testa e il corpo.

 

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Linkedin

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

STRESS TEST GRATUITO

 

stress test gratuito

Scopri qual è il tuo
livello di stress e
quali soluzioni adottare!