Il viaggio come strumento di crescita

Il viaggio come strumento di crescita

Nella mia vita ho avuto la fortuna di viaggiare molto, in particolare per lavoro. Molto spesso però non mi sono goduto del tutto le esperienze che stavo vivendo. A volte non mi sono immerso a sufficienza,  sono rimasto troppo in superficie per apprezzare davvero ciò che osservavo.
Con gli occhi di oggi posso dire che non ero preparato a prendere tutto il meglio di ciò che mi capitava.

Si può viaggiare distrattamente, con poco entusiasmo, pronti a prendersela per ogni ritardo, per ogni dettaglio che va storto. Oppure si può attraversare il mondo facendosi trasportare dalle onde delle emozioni, dalla gioia della scoperta, dalla sorpresa per ogni incontro.

Come per ogni aspetto della vita, anche nell'affrontare un viaggio tutto dipende dalle nostre interpretazioni. Caldo, freddo, luoghi deserti o affollati, burrasche o bonacce, sono tutti, in modi diversi, capaci di suscitare gioia, entusiasmo e felicità oppure, al contrario, paura, tristezza e malinconia.

viaggio emozioni

In ogni viaggio sarebbe bello partire chiedendosi cosa vogliamo ricevere da quell'esperienza, come pensiamo che ci possa arricchire. Sì perché rispondere a questa domanda prepara la nostra mente a percepire il meglio invece del peggio di ciò che ci attende.

Mi sorprende sempre come molte persone sembrano capaci di rovinare ogni loro esperienza, di vivere tutto con ansia e rabbia. Persone che potrebbero vivere bellissime emozioni e invece se lo impediscono perché incapaci di produrre lo stato d'animo corretto. Persone che inseguono per tutta la vita soluzioni esterne senza rendersi conto che l'unica vera soluzione sta dentro alla loro interpretazioni e alle loro aspettative.

Altri invece sono capaci di trarre benefici emotivi persino da esperienze che sul piano oggettivo risultano drammatiche per la loro negatività. Queste sono persone che si sono addestrate a vivere in uno stato di più elevata consapevolezza, di più profonda conoscenza delle loro dinamiche interne.

In fondo nella vita tutto dipende dalle nostre interpretazioni, dallo stato d'animo con cui affrontiamo ciascun evento. Le uniche cose che possiamo controllare davvero sono le nostre risposte.

In questo senso viaggiare può essere un ottimo modo di allenarsi a tornare a percepire le cose che nella vita contano davvero e quindi può diventare uno strumento per aumentare il nostro benessere.

Esistono almeno 6 scoperte attraverso le quali il viaggio finisce con incidere positivamente la nostra salute:

    1.    La scoperta di nuovi ritmi che portano alla rottura della monotonia, della routine e alla riduzione dello stress.
    2.    La scoperta di nuove tradizioni e abitudini e di sapori diversi che possiamo poi introdurre nella nostra vita quotidiana.
    3.    La scoperta di nuovi luoghi e quindi di nuove modalità di usare il nostro corpo e di fare sport.
    4.    La scoperta che tutti noi esseri umani in fondo cerchiamo la stessa cosa, la felicità.
    5.    La scoperta di quanto bella sia la propria realtà e di quanto occorra essere grati per quello che si ha.
    6.    La scoperta che in ogni luogo ci sono problemi ma anche soluzioni e che la realtà presenta sempre infinite possibilità

PER APPROFONDIRE: Evoluzione non rivoluzione

Ricordati poi che esiste un modo molto economico per viaggiare in continuazione. Usare l’immaginazione!

usare l'immaginazione

La scienza ci conferma che il cervello fatica a distinguere le esperienze immaginate da quelle vissute veramente. I bambini spesso sognano ad occhi aperti e lo fanno proprio per vivere emozioni più forti e sperimentare il mondo in una dimensione diversa dal quotidiano, dove elementi reali e fantastici si mescolano.

Forse noi adulti dovremmo tornare ad usare in questo modo la nostra fantasia invece di lasciarla diventare preda di ansie e paure per il futuro.

Allora scalda i motori della tua immaginazione, chiudi gli occhi, o tienili pure aperti, come preferisci, ma immaginati ogni mattina in partenza per la più grande avventura della tua vita.

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Health coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Twitter

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK