Chiediti perché lo fai

Editoriale novembre 2016

C'è una domanda che da anni mi accompagna come un'amica fedele anche se a volte un po' ingombrante. Una domanda a cui ho dato negli anni e nelle diverse circostanze della mia vita risposte molto differenti: perché lo faccio?

A seconda delle situazioni e dell'età, mi sono risposto semplicemente "perché ho voglia", "perché devo", "perché mi diverto", oppure "perché quello lì mi sta antipatico". O ancora "perché mi conviene" o "perché voglio salvare il mondo". Sebbene mi sia dato risposte molto diverse, non ho mai smesso di farmi la stessa, medesima domanda. Ogni volta che devo prendere una decisione, che mi si presenta davanti un'opzione o che rifletto sul mio lavoro, sullo scrivere un nuovo articolo o un libro o sul preparare un video o una lezione, mi chiedo sempre perché lo faccio, quale motivazione mi spinge, che scopo voglio raggiungere con quella specifica azione.

Se cerchi di rispondere onestamente, chiederti perché agisci in un certo modo non è sempre facile. È una domanda che in un primo momento ti rende più lento, più vulnerabile, mette a nudo debolezze, ferite e scelte sbagliate fatte nel passato che condizionano il presente e il futuro. Ma se insisti a porti il medesimo quesito inizieranno a un certo punto a emergere le vere risposte, quelle che sono nascoste nelle zone d'ombra dell'inconscio, l'area di noi stessi di cui tendiamo spesso a dimenticarci.

Proprio queste risposte sono quelle capaci di guidarti verso una vita migliore. Ho notato questo molte volte con i miei pazienti. Molte persone vengono da me con una serie di sintomi e problematiche la cui causa non sta tanto nell'organismo quanto in scelte di vita sbagliate: un lavoro che non appaga, un partner che non esprime affetto, una vita che non ha preso il volo ma è rimasta appesantita da una serie di zavorre. Non sempre tutto si può cambiare. E certamente cambiare la propria vita non esclude che siano necessarie specifiche cure mediche. Ma stimolare una riflessione su ciò che può essere cambiato può aprire nuovi orizzonti e nuove prospettive, di alleggerimento, di liberazione e di guarigione.

In questi 46 anni di personale viaggio di vita, la natura delle mie risposte è cambiata molto e credo di poter oggi riconoscere alcune fasi che penso di condividere con molti altri:

• Una fase della giovinezza in cui le mie risposte erano molto individualistiche, molto incentrate sui miei personali interessi. "Perché mi piace", "perché mi conviene", "perché mi diverte" era ciò che determinava le mie scelte. Risposte forse egoistiche ma allo stesso tempo tipiche di un momento della vita in cui devi puntare su te stesso se vuoi crearti come persona e fare delle esperienze che ti formino. • Una fase di giovane adulto in cui le risposte sono state molto incentrate sulla famiglia, su mia moglie, su mio figlio e sul raggiungere una stabilità emotiva ed economica. • Una fase di adulto maturo che mi porta oggi a dare risposte più ampie, a ricercare un significato più profondo nella mia vita e nelle azioni che compio. Ora inizio a sentire che la ragione per cui decido di fare qualcosa non è semplicemente perché mi piace o perché è importante per la mia famiglia o per i guadagni che può generare ma perché va fatta, perché mi offre l'opzione di avere un impatto positivo sull'esistenza degli altri.

Una fase non annulla l'altra anzi, ci si appiccica sopra come in una vera e propria costruzione di Lego.

Allora da questa evoluzione, che credo accomuni un po' tutti, possiamo creare una strategia che anticipa i tempi e accelera eventuali rallentamenti nel percorso. Di fronte a ogni decisione, cruciale o banale che sia, a ogni dubbio che ti si presenta davanti, a ogni incrocio esistenziale a cui non sai se devi andare a destra o a sinistra, prova a porti queste semplici domande:

1. Mi appaga, mi interessa personalmente, mi piace davvero?

2. È un vantaggio per la mia famiglia, è allineato con i miei valori personali, migliora l'indipendenza morale ed economica della mia famiglia?

3. Contribuisce a far star meglio il mondo e gli altri? Aiuta a portare a un livello maggiore di consapevolezza altre persone? Lascia il mondo in una condizione migliore di come l'ho trovato?

L'azione ideale logicamente è quella che prevede una risposta affermativa a tutte le domande e magari carica anche di emozioni positive e di entusiasmo. Credo che nella vita sia più importante farsi le domande giuste piuttosto che cercare risposte rapide, di comodo e semplicistiche. Non sempre le domande giuste sono domande comode. Anzi, è quasi sempre il contrario. Di fronte a dubbi e scelte complesse, sento spesso le persone reagire dicendo "Eh, ma non è mica facile".

No, non è facile ma è necessario farlo comunque. 

Archivio editoriali

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Linkedin

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

STRESS TEST GRATUITO

 

stress test gratuito

Scopri qual è il tuo
livello di stress e
quali soluzioni adottare!