Le 3 cose da fare per trasformare la tua vita in 1 mese

Quanto spesso ti capita di lamentarti per qualcosa? E quante volte sei stato testimone delle lamentele altrui?

Molti di noi si lamentano della condizione in cui si trovano ma, ciò nonostante, faticano ad avviare un qualsiasi cambiamento. Possiamo essere insoddisfatti della salute, del lavoro, delle relazioni personali, ma invece di cercare il cambiamento, diventare vittime della nostra stessa insoddisfazione.

Finiamo con il dimenticarci del nostro potere di scelta, della nostra possibilità di fare la differenza. Cambiare spaventa tutti perché vuol dire uscire da un territorio sicuro che, per quanto pieno di problemi e difetti, sentiamo nostro.

A volte finiamo con l'essere a nostro agio proprio quando siamo immersi nelle difficoltà in quanto queste diventano parte della nostra identità, ci definiscono non solo agli occhi nostri, ma anche a quelli degli altri.

Indubbiamente, al di là della zona di comfort rappresentata da chi siamo stati per anni, c'è un territorio ignoto. Molti lo vedono con sospetto e pensano "e chi mi garantisce che sia meglio?". Sono persone che vanno alla ricerca di certezze invece di essere capaci di abbracciare l'ignoto, di danzare con la paura e di avere fiducia che la trasformazione possa dare luogo ad una persona migliore.

Molto di questo ha a che fare con la visione del mondo che una persona ha sviluppato negli anni. Si dice che l'essere umano abbia nel cervello il velcro per il negativo e il teflon per il positivo, una condizione sviluppatasi nel corso dell'evoluzione per ottimizzare i nostri meccanismi di auto-protezione.

Oggi però, in un contesto diverso, questa spiccata tendenza ad incamerare il negativo diventa un grosso limite, se non una vera e propria fregatura. Ma cambiare è meno complesso di quello che siamo disposti a riconoscere. In fondo nella vita di ciascuno di noi ci sono stati grandi cambiamenti, magari anche improvvisi.

Il momento magico avviene sempre quando la sofferenza di rimanere fermi supera per intensità la paura del cambiamento. Ma nella mia esperienza ho notato che esistono anche delle azioni che possono favorire un cambiamento più progressivo, meno brusco e non casuale. Mi riferisco ad alcune abitudini da adottare che portano, passo dopo passo, ad una nuova e migliore versione di noi stessi.

Insomma il cambiamento, la crescita personale, possono essere attese oppure generate, si può sperare che prima o poi avvengano oppure costruire un percorso che le favorisca.

Spesso i fattori che permettono il cambiamento non hanno nulla a che fare con la specifica trasformazione cercata. Anzi di frequente sono lontani da essa, ma preparano il terreno affinché avvenga.

I 3 passi che ti invito ad esplorare sono:

    1.    Iniziare a fare attività fisica: al di là dei benefici fisici, l'attività fisica regolare promuove la rigenerazione delle cellule cerebrali danneggiate, favorisce la produzione di neuro-trasmettitori che aumentano il tono dell'umore e riducono l'ansia, migliora la capacità di concentrazione e stimola perfino la creatività. In sostanza l'allenamento rende più forte non solo il corpo, ma anche la mente.

    2.    Praticare la gratitudine: la gratitudine è un sentimento centrale in tutte le pratiche meditative ed è come una pillola magica capace di restaurare pace, armonia, amore e serenità. Se ci pensi è impossibile essere tristi, arrabbiati, ansiosi o malinconici quando si vive la gratitudine. Come si comincia? Provando a ringraziare gli altri, la vita, Dio, se sei credente, per tutte le cose belle che hai. Il ripetere questa gratitudine cambierà in un certo senso le sensazioni di base in cui ti trovi a vivere.

    3.   Iniziare ad aiutare gli altri: molte ricerche confermano che aiutare gli altri, dare a chi ha bisogno, è una delle cose che appagano di più ogni essere umano. E non pensare di non avere nulla da dare. Sarebbe un grosso errore perché ognuno di noi può dare qualcosa a chiunque, in particolare se lo facciamo con spontaneità e umiltà.

Queste 3 azioni possono migliorare o perfino trasformare la tua vita in poche settimane. Sono il fertilizzante che crea un nuovo terreno su cui costruire un futuro migliore. Inizia da questo mese. Trova la forza per dare regolarità al cambiamento, per superare le indecisioni e per mostrare al mondo e a te stesso la tua vera essenza.

 

scopri tutti gli editoriali

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Linkedin

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

STRESS TEST GRATUITO

 

stress test gratuito

Scopri qual è il tuo
livello di stress e
quali soluzioni adottare!