Dr Filippo Ongaro    Dr Filippo Ongaro    Dr Filippo Ongaro

Integrazione alimentare

Cosa sono e come utilizzare gli integratori a base di erbe

integratori a base di erbe

La natura offre un numero enorme di sostanze benefiche per il nostro organismo. Molte delle piante utilizzate nella medicina antica sono state oggi studiate a fondo e il loro effetto è stato compreso in maggior dettaglio. Tuttavia, proprio in relazione alla loro azione potente, le erbe non sono prive di effetti collaterali o di interazioni con i farmaci. Per questo è importante capire come funzionano e come orientarsi.

Integratori a base di erbe

Sempre più persone ricorrono ad integratori a base di erbe detti anche fitoterapici o botanicals in inglese. Vengono usati per molteplici ragioni: dall’insonnia alla gestione dello stress, dalla riduzione delle infiammazioni alla gestione del colesterolo. Tuttavia, occorre fare attenzione: le erbe non sono integratori alimentari con cui semplicemente aumentiamo la concentrazioni di sostanze già presenti nel corpo. Si tratta invece di sostanze naturali con azioni specifiche che non si trovano normalmente nel nostro organismo. Se infatti gli integratori sono spesso usati da sportivi e altre tipologie di soggetti senza il consiglio del medico, i fitoterapici sono in genere assunti per contrastare specifici sintomi e quindi dovrebbero essere sempre suggeriti da un clinico con esperienza nel campo.

Definizione dei fitoterapici, cosa sono e caratteristiche

Con il termine fitoterapici o botanicals si intendono sostanze derivate da piante che, una volta assunte, hanno proprietà terapeutiche nel nostro corpo. Va tenuto presente che anche molti farmaci derivano da piante come per esempio l’aspirina, la digossina e alcuni anticoagulanti orali. Si stima che circa il 25% dei farmaci in commercio abbia origine vegetale. Tuttavia, i farmaci vengono manipolati in laboratorio per potenziarne o modificarne gli effetti mentre il fitoterapico viene usato nella sua forma naturale. Come per i farmaci, anche per i fitoterapici non sempre si conoscono con precisione i meccanismi d’azione. In generale possiamo dire che rispetto ai farmaci i botanicals offrono una più ampia tolleranza in termini di dosaggio, contengono principi che sono meno concentrati e si presentano in natura mescolati ad altre molecole che hanno azione sinergica.

Il numero di fitoterapici in commercio è davvero elevato ma è possibile fare un elenco di quelli usati più di frequente:

  1. Piante adattogeniche: questa è a sua volta una categoria piuttosto ampia che comprende tra gli altri eleuterococco, rodiola rosea, ashwagandha e ginseng. Si tratta di piante che aiutano nella reazione del corpo allo stress e che potenziano il sistema immunitario. Utili in particolare in caso di fatica e stanchezza. Sono per lo più stimolanti a parte l’ashwagandha, una pianta usata in medicina ayurvedica, che è calmante.
  2. Berberina: molto usata per ridurre il colesterolo perché facilita l’eliminazione del colesterolo LDL.
  3. Curcuma: una delle spezie più efficaci per ridurre l’infiammazione funziona anche come antiossidante.
  4. Boswellia: anche questa è una pianta ayurvedica con una potente azione antinfiammatoria che si esercita tramite l’inibizone delle lipoossigenasi, una classe di enzimi necessari per la formazione di leucotrieni, molecole che attivano l’infiammazione.
  5. Echinacea: molto usata come terapia dell’influenza sembra non avere effetto una volta che si ha l’infezione ma potrebbe avere una lieve azione preventiva.
  6. Serenoa repens: si tratta di una pianta che contiene delle sostanze in grado di modulare la produzione ormonale. In particolare, la serenoa esercita un’azione di inibizione dell’enzima 5-alfa reduttasi che trasforma il testosterone in diidrotestosterone. Quest’ultimo ha un’azione molto potente sulla prostata. Per questo la pianta viene usata per la salute prostatica.
  7. Cardo mariano: contiene la silimarina, una sostanza che ha proprietà antiossidanti e di epatoprotezione. Per questo viene usata nelle condizioni di sovraccarico epatico.
  8. Valeriana: usata già da greci e romani, si tratta di una pianta che favorisce il sonno e che ha complessivamente un’azione rilassante.

Come utilizzare le erbe terapeutiche

Le erbe terapeutiche possono essere usate nel caso di specifiche sintomatologie o condizioni ma non hanno proprietà miracolose come spesso viene suggerito. Non sono in alcun modo indispensabili per integrare diete particolari come quella vegana perché non sono degli integratori alimentari anche se spesso vengono raggruppati in questa categoria.

A volte possono avere delle generiche azioni di tipo energizzante, come nel caso delle piante adattogeniche o di prevenzione antiaging per via dell’azione antiossidante e antinfiammatoria che molte di esse hanno.

Per questi motivi andrebbero usate nel contesto di un piano terapeutico - preventivo preparato da un medico competente in materia. In particolare, sono da evitare nel caso vengano assunti farmaci. Le interazioni sono infatti piuttosto frequenti.

Gli integratori a base di erbe funzionano?

Capire se i fitoterapici funzionano non è semplice. Esistono ricerche in merito ma spesso non sono conclusive e sono svolte su piccoli campioni. Quello che si può certamente dire è che non sono inutili come spesso si sente ma al contrario, proprio perché esercitano un effetto sul corpo, vanno usati con intelligenza e cautela da parte di un esperto. Hanno nel complesso un buon profilo di sicurezza e gli effetti collaterali, nella maggior parte dei casi sono modesti, se si rispettano le indicazioni terapeutiche e la corretta posologia. Tuttavia, occorre un’analisi specifica della sostanza da usare e del soggetto che la assume. Si possono infatti avere piante che proteggono il fegato ed altre che invece possono avere un’azione epatotossica. Per questo il tema è ben più complesso di quello che riguarda gli integratori alimentari che sono sostanze presenti naturalmente nei cibi e nel nostro corpo.

In conclusione, i fitoterapici rappresentano un’opportunità preventiva e terapeutica da sfruttare ma sono sostanze che vanno gestite da un medico esperto in particolare quando si tratta di persone con patologie in atto o in terapia farmacologica. Il potenziale beneficio non può farci trascurare il possibile rischio. Inoltre, l’esperienza del medico è fondamentale per scegliere i prodotti validi in una giungla di proposte. Occorre rivolgersi a prodotti di alta qualità e ad azienda con standard qualitativi elevati, certificazioni specifiche della materia prima e dei processi produttivi che garantiscano sicurezza e biodisponibilità, non mancando di sentire prima il proprio medico.

Vuoi conoscere i 5 falsi miti sulla perdita di peso? Segui il nostro webinar.

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging

 

 

 

SCOPRI IL BLOG: www.filippo-ongaro.it

Dr. Ongaro® è un marchio registrato
Inner Freedom SA I Human Health & Performance
Via S. Balestra 18 | 6900 Lugano I Switzerland Bandiera Svizzera

 
 

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.