Con un po’ di zucchero la pillola va giù... e la salute anche!

Con un po’ di zucchero la pillola va giù... e la salute anche!

Certe notizie piacciono poco. Forse per questo ancora oggi non a tutti è chiaro che lo zucchero è il nostro nemico alimentare numero uno.

Più facile puntare il dito su proteine animali, grassi come l'olio di palma, il sale o attribuire  ai metalli pesanti dell'acqua tutte le nostre disgrazie. E sai perché? Perché costa meno fatica rinunciare a tutti questi fattori assieme piuttosto che eliminare lo zucchero dalla nostra nutrizione.

Non a caso si dice che con un poco di zucchero la pillola va giù e così zuccheri a più non posso per buttare giù l'amara pillola della stanchezza, dello stress, dell'insoddisfazione e della solitudine.

E certo, so bene che ci sono tanti altri "difetti" nella nostra alimentazione ma è sempre sbagliato dimenticarsi di quelli più gravi per lavorare solo su quelli più semplici. Ecco perché anche la maggior parte di ricette, spacciate per salutari, alla fine sono piene di zucchero. Altrimenti il dolce non sarebbe più tale e si rimarrebbe delusi!

Se poi all'uso di zuccheri di varia natura aggiungiamo le bevande, i succhi, i cereali raffinati e perfino un uso smodato di frutta, si capisce come mai un numero enorme di persone siano sovrappeso e abbiano una tendenza a sviluppare la sindrome metabolica.

Così si definisce un'insieme di alterazioni del metabolismo causate da livelli cronicamente alti di insulina e capace di aumentare il rischio di  sviluppare numerose patologie tra cui infarto, diabete e cancro.

criteri-diagnostici-della-sindrome-metabolica

Una dieta priva di zucchero e con un contenuto moderato di carboidrati, esclusivamente integrali, è quindi un elemento fondamentale in qualsiasi approccio preventivo, ne parlo in questo articolo: 5 consigli per ridurre il consumo di zucchero.

Esiste poi un'altra ragione per cui lo zucchero nella dieta andrebbe eliminato: la glicazione, il processo per cui lo zucchero si “appiccica” alle proteine e ai lipidi nel nostro organismo, danneggiandoli.

Laglicazione endogena (prodotta all’interno del corpo) si ha quando lo zucchero che circola nel sangue è troppo elevato; quella esogena (introdotta dall’esterno del corpo) avviene quando gli zuccheri vengono cotti assieme a proteine o grassi a temperature superiori ai 120 °C o per tempi molto lunghi.

Quando un cibo viene cotto e si “scurisce” sta subendo una reazione di glicazione che forma delle tossine dette glicotossine o AGEs, Advanced Glycation End-Products. Le reazioni di glicazione formano anche l’acrilamide, una molecola cancerogena. Quindi, anche per coloro che hanno una regolazione ottimale della glicemia, la glicazione può rappresentareun problema se i metodi di cottura non sono controllati.

Gli AGEs sono coinvolti nel danneggiamento dell’endotelio (la parete interna delle arterie) e quindi nello sviluppo della malattia cardiovascolare, nel danneggiamento del collagene che indurisce le arterie e provoca l’ipertensione, nel deposito di placche amiloide nella malattia di Alzheimer, nella neuropatia e angiopatia del diabetico e nel cancro. Inoltre la glicazione, danneggiando importanti componenti cellulari, aumenta la produzione di radicali liberi e dunque lo stress ossidativo. I livelli di glicazione sono facilmente misurati attraverso un parametro detto emoglobina glicata (usato per il monitoraggio dei diabetici). Al di là delle eventuali predisposizioni genetiche, un fattore di centrale importanza nella genesi della sindrome metabolica e della resistenza insulinica è il consumo di elevate quantità di zuccheri e carboidrati raffinati.

Quindi come comportarsi in pratica?

1. Elimina lo zucchero dalla tua dieta quotidiana

Elimina gli zuccheri

2. Usa solo cereali integrali in quantità moderate (più alte per chi fa sport e ha bisogno di energia e più basse per i sedentari)

Elimina lo zucchero dalla dieta quotidiana

3. Non eccedere con la frutta e meglio se la assumi come snack e in particolare a cavallo dell'attività fisica quando un po' di zuccheri possono essere utili

non-eccedere-con.-la-frutta

4. Non credere all'illusione degli zuccheri alternativi (zucchero di canna, mascobado, sciroppi e miele). Solo la stevia è priva di effetti metabolici ma ha anche un gusto non gradito a tutti

Non credere agli zucheri alternativi

5. Se ti va di concederti un dolce ogni tanto non ti devi preoccupare troppo di come è stato fatto e di che zucchero contiene. Se si tratta davvero di un'eccezione non è certo un problema. Anche in questo caso, se puoi meglio assumere il dolce prima o dopo l'attività fisica. In generale molto meglio un dolce classico ogni tanto che un dolce pseudo-salutare troppo spesso

I dolci devono essere un'eccezione

Per molti anni zuccheri e carboidrati semplici sono stati considerati una fonte di energia pura. Oggi al contrario sappiamo che sonoveri e propri acceleratori dell’invecchiamento.

Non dimenticarti che la dolcezza la possiamo ottenere da tante altre cose nella vita, molto più salutari. Prova a partire dal curare meglio le tue emozioni e vedrai che il desiderio di zucchero sarà nettamente minore.

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging
Performance coach, giornalista e scrittore

Facebook Instagram Youtube Linkedin

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

banner 5 falsi miti

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu i consigli del Dr. Ongaro e scopri le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

STRESS TEST GRATUITO

 

stress test gratuito

Scopri qual è il tuo
livello di stress e
quali soluzioni adottare!