Dr Filippo Ongaro    Dr Filippo Ongaro    Dr Filippo Ongaro

2 azioni per sbloccare il tuo metabolismo e iniziare a dimagrire

 

Ciao!

Ti è mai capitato di iniziare una dieta e dopo un po’ di giorni accorgerti di aver perso solo pochi grammi?

In questo caso molte persone danno la colpa al “metabolismo”, come se fosse una qualche entità esterna che rema contro di noi.

Ma è veramente così?

Scoprilo nel video di oggi, in cui approfondiamo il problema della regolazione del peso, cercando anche di chiarire cosa succede quando il tuo metabolismo è “bloccato”.

PER APPROFONDIRE: Webinar Gratuito "I 5 falsi miti sulla perdita di peso e sulla forma fisica"
Per comprendere come riattivare il nostro metabolismo dobbiamo innanzitutto partire dall’analisi della nostra spesa energetica.

Se ti immagini un grafico a torta, circa il 60% della spesa energetica è determinata dal metabolismo basale, il 25% è determinato dall'esercizio fisico e un 15% è dato dall'effetto termogenico degli alimenti.

Giusto per farti capire l’importanza di alcuni di questi termini, sappi, ad esempio, che il metabolismo basale è in grado di determinare la stragrande maggioranza del nostro consumo energetico!

Vuoi saperne di più?

Vuoi scoprire cosa si intende per “effetto termogenico” degli alimenti?

Allora non perdere tempo, guarda il video per imparare a gestire meglio la tua spesa energetica, riattivando così il tuo metabolismo bloccato!

Buona visione!

 

TRASCRIZIONE DEL VIDEO

Quante volte hai sentito dire da parte di qualcuno "ho il metabolismo bloccato”? Magari l'hai pensato tu affrontando un periodo di dieta e accorgendoti che non riesci effettivamente a perdere peso come vorresti.

In questo video vorrei darti una visione un pochino differente sul problema della regolazione del peso e anche chiarire che cosa significa avere il metabolismo bloccato, perché è una frase che spesso diciamo e che magari colleghiamo ad aspetti ormonali, ma a volte ovviamente ci sono questo tipo di problematiche ma l'aspetto basilare molto più frequente è un altro.

PER APPROFONDIRE: Come riattivare il metabolismo

Allora cominciamo a capire assieme da cosa dipende la spesa energetica di ognuno di noi. Se ti immagini un grafico a torta circa il 60% della spesa energetica è determinata dal metabolismo basale e ci torneremo tra un attimo. Più o meno il 25% è determinato dalla spesa energetica data dall'esercizio fisico, quindi dal lavoro fisico in generale, non ho detto che esercizio, uno che fa un lavoro utilizzando il proprio corpo consumo ovviamente molte calorie e un 15% è dato dall'effetto termogenico degli alimenti.

Sono tecnico, ma prova a seguirmi.

Il metabolismo basale quindi determina la stragrande maggioranza del nostro consumo energetico, un po' come la cilindrata del motore di una macchina. È inevitabile, per quanto i motori possano essere sofisticati e tecnologici, che un motore che è un 4000 consumi di più di un 2000 e la stessa cosa succede con il metabolismo. Da cosa dipende questo consumo? Dalla massa muscolare, quindi meno muscoli hai e meno consumerai.

Questo è un problema centrale, tienilo a mente perchè ci torneremo.

L'aspetto sul consumo dovuto all'esercizio fisico mi pare evidente che cosa significhi e l'altro aspetto che spesso trascuriamo è l'effetto termogenico degli alimenti. Cosa vuol dire? Vuol dire In sostanza che per metabolizzare ciò che mangi consumi delle calorie.

Ecco questo effetto termogenico è molto più alto per le proteine che per qualsiasi altro alimento. Tanto per dare i numeri per metabolizzare 100 calorie di proteine ne consumiamo già circa 25.

Allora 2 punti cruciali che sono molto spesso trascurati negli approcci classici alla perdita di peso sono:

  •  la massa muscolare
  •  la quantità di proteine che ingeriamo.

Con la massa muscolare ovviamente dobbiamo entrare nel merito di che tipo di attività fisica stimola questo distretto, perché quando si affronta un programma di dimagrimento tipicamente viene consigliato di fare più esercizio aerobico, esercizio a intensità non elevatissima e di lunga durata. Questo è un ottimo esercizio per migliorare la pressione arteriosa, la funzionalità del cuore, ma per i muscoli non è un esercizio ideoneo, anzi sul tessuto muscolare spesso sortisce l'effetto opposto cioè tende a distruggerlo. Cosa succede? Che se distruggo tessuto muscolare, il metabolismo si abbassa ancora di più e io finirò col perdere sempre meno peso. Anzi, finirò molto spesso in una specie di spirale per cui per dimagrire devo cominciare a mangiare veramente sempre sempre meno, fino a livelli che non sono assolutamente compatibili né con la tenuta psicologica né con la salute.

Dunque è importante capire che bisogna invece inserire anche un'attività fisica che ristrutturi, ritonifichi e permetta diciamo al muscolo di aumentare nella sua ipertrofia. Nessuno vuole dire che dobbiamo diventare dei bodybuilder o degli atleti agonisti, ma nasciamo con un "patrimonio muscolare" che tendiamo a perdere decade dopo decade. Ecco questo patrimonio dobbiamo imparare a mantenerlo. Per mantenerlo dobbiamo assicurarci di inserire un'attività fisica regolare due, tre volte a settimana anche con i pesi o di ginnastica per mantenere la massa del muscolo.

Il risultato indiretto di questo sarà anche una migliore regolazione del grasso corporeo, indubbiamente non sarà l’unico perché è importante anche tenere presente che la scarsa presenza di massa muscolare negli anni avanzati della nostra vita, diciamo dopo i 70 anni, comincia a pesare molto in termini di autonomia funzionale, di mobilità, di capacità di condurre una vita a pieno. Quindi mantenere i muscoli è molto importante.

Torniamo per un secondo all'effetto termogenico degli alimenti però; abbiamo detto che le proteine hanno un effetto termogenico più elevato di grassi e carboidrati, cosa vuol dire questo tradotto in un protocollo alimentare? Che non dobbiamo abbassare le proteine troppo perché da un lato le proteine danno più sazietà e, togliendole o riducendole al minimo, indubbiamente avremo più fame e andremo a pescare da alimenti che magari sono meno genuini, ma dall'altro le proteine sono ovviamente l'elemento più importante per dare ai nostri muscoli mattoni con cui costruirsi. Anche in questo caso non significa la dieta iper-proteica, ma significa non seguire la moda corrente in cui le proteine vengono viste come la causa di ogni male. Non è assolutamente così, non c'è nessuno studio che conferma che sia così, bisogna saperle distinguere chiaramente. Ci sono proteine sane come quelle del pesce, come quelle delle uova, come alcuni tipi di carne e ci sono proteine meno sane, ma il concetto è che non dobbiamo andare troppo giù altrimenti la massa muscolare ne risente.

È chiaro che l'abbinata classica di tanta attività aerobica, una dieta molto bassa in proteine porta il risultato contrario rispetto a quello che vogliamo. Cioè si perde massa muscolare, il metabolismo basale rallenta, non solo non perdo grasso, ma mi trovo strutturalmente più debole e meno in forma.

Allora tradotto in un protocollo molto semplice potrebbe essere di alternare ad un'attività fisica aerobica come la camminata veloce, la bicicletta, anche delle sedute in palestra e stare soprattutto attenti ogni giorno a mangiare una quantità corretta di proteine sane nella propria alimentazione.

 

 

Dr. Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007
1° medico italiano certificato in medicina anti-aging

 

 

 

SCOPRI IL BLOG: www.filippo-ongaro.it

Dr. Ongaro® è un marchio registrato
Inner Freedom SA I Human Health & Performance
Via S. Balestra 18 | 6900 Lugano I Switzerland Bandiera Svizzera

 
 

banner 4 fondamenti sviluppo salutare

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.

Scopri i 4 fondamenti dello sviluppo salutare!

Ricevi anche tu il video gratuito in cui il Dr. Ongaro ti svela le 4 aree su cui concentrarti per migliorare la tua salute fisica e mentale e vivere una vita al massimo del tuo potenziale!

Il Dr. Filippo Ongaro è l'ex medico degli astronauti e il primo medico
anti-aging in Italia. Inizia questo percorso di trasformazione assieme a lui.